Cornetti sofficissimi di pan brioche – felice risveglio

Amo i prodotti da forno, i lievitati ed i dolci per la colazione; molto più di dessert, o di torte con creme varie. I dolci che prediligo sono quelli che vengono fuori da una lunga lievitazione: cornetti, trecce, veneziane, graffe, bomboloni… ma anche panettoni e babà! mhmhmh… proprio non resisto! Mi sono sempre cimentata anche a casa nelle relative preparazioni. E da quando ho la Pasta Madre, la mia Colette, con la scusa del rinfresco e degli esuberi, sono sempre in procinto di sfornare pane, panini, pizza e brioches per la mattina. Per la somma felicità di mio marito!
La ricetta di oggi riguarda dei soffici, ma che dico, sofficissimissimi cornetti di pan brioche, molto più leggeri rispetto a quelli sfogliati/tradizionali; il compromesso ideale per una sana e golosa colazione.

Cornetti di pan brioche

Per questa preparazione ho impiegato il lievito madre, ma di seguito troverete le indicazioni per poter realizzare queste brioches anche con il tradizionale lievito di birra – in quantità minime in modo da poter applicare una lunga lievitazione e poter ottenere un risultato morbidissimo.

CONSIGLIO: Questi cornetti danno il loro meglio se consumati tiepidi. Quindi è bene sfornarne di volta in volta l’esatto quantitativo che si andrà a consumare. Io, in genere, al momento della seconda lievitazione – dopo che ho formato i cornetti, per intenderci – metto da parte quelli che non consumo immediatamente e li congelo. Quando mi occorrono li estraggo dal freezer il giorno prima e li lascio scongelare in frigo; alla sera li copro con la solita pellicola da cucina, li ripongo in forno spento, li lascio lievitare tutta la notte e la mattina… gnam! Pronti, profumati e caldi, proprio come appena fatti!

INGREDIENTI per circa 16 cornetti:

– 100 gr di Pasta Madre rinfrescata (o 3 grammi di lievito di birra fresco)
– 250 gr di farina Manitoba
– 250 gr di farina 00
– 100 gr di zucchero semolato
– 50 ml di acqua
– 150 ml di latte
– 60 gr di burro
– 1 cucchiaino di miele di acacia
– 1 uovo
– 1 pizzico di sale
– la buccia grattugiata di 1/2 limone

– confettura o crema a piacimento
– un po’ di olio di semi di mais per spennellare
– 1 uovo + un goccio di latte ed un cucchiaino di zucchero semolato per spennellare
– zucchero a velo per decorare

PROCEDIMENTO:

– rinfrescare la Pasta Madre intorno all’ora di pranzo
– lasciarla riposare a temperatura ambiente per 2 o 3 ore, fin quando non avrà raddoppiato il suo volume
– trasferirla in una ciotola capiente insieme al miele (fare lo stesso in caso si proceda con il lievito di birra)
– scioglierli in latte e acqua tiepidi (20° circa)
– mescolare le due farine
– incorporarle progressivamente a pioggia ai liquidi nella ciotola
– aggiungere l’uovo, il burro morbido in fiocchi, la buccia del limone ed in ultimo il sale continuando a lavorare
– trasferire il composto su un piano da lavoro infarinato
– lavorarlo energicamente per qualche minuto
– continuare ad impastare sbattendo più volte l’impasto e ripiegandolo su se stesso
– proseguire per circa 15 minuti
– quando il composto risulterà sufficientemente elastico e compatto, trasferirlo in una ciotola pulita e coprirlo con un foglio di pellicola da cucina a contatto
– riporlo in luogo riparato (es. forno chiuso) per 2 o 3 ore

– riprendere l’impasto ed effettuare delle pieghe: prima capovolgendo i lembi laterali verso il centro e poi le basi
– riporlo a lievitare per un’altra ora
 
– prendere nuovamente l’impasto e trasferirne metà su un piano infarinato
– stenderlo con un matterello in modo da ottenere un grande rettangolo più o meno regolare spesso circa 0,5 mm
– ricavare dal rettangolo circa 8 triangoli isosceli
– distribuire sulla base di ogni triangolo una cucchiaiata di ripieno (confettura, crema, cioccolata…)

– arrotolare ogni triangolo su se stesso partendo dalla base e riporlo su una placca rivestita di carta forno
– curvarlo leggermente in modo da conferirgli la tradizionale forma del cornetto
– procedere con l’altra metà di impasto in maniera analoga

PER IL CONGELAMENTO: mettere da parte i cornetti da riporre i freezer e coibentarli delicatamente con carta forno e sacchetti gelo

– spennellare con un po’ d’olio di semi i restanti cornetti
– coprirli con della pellicola da cucina
– riporli in luogo riparato per tutta la notte (con una temperatura ambiente di circa 20°)

– al mattino riprendere le brioches
– mescolare l’uovo con un goccio di latte ed un cucchiaino di zucchero
– utilizzarli per spennellare delicatamente la superficie dei cornetti
– infornare sul livello medio/basso del forno preriscaldato a 180° (statico) per circa 15 minuti
– sfornare e coprire con un canovaccio
– attendere che le brioches intiepidiscano
– spolverizzare di zucchero a velo e servire

16 thoughts on “Cornetti sofficissimi di pan brioche – felice risveglio

  1. Wow che brava… anch'io da quando ho la mia pasta madre, faccio tanti esperimenti… in questi però non mi sono ancora buttata… non mi sento all'altezza, magari posso iniziare porvando la tua ricetta!
    Complimenti, sei bravissima!

    1. Oddio Michela, arrossisco di gioia! Credimi, è più difficile a dirsi che a farsi. Essendo di pan brioche non vanno neanche sfogliati. Provali, ti riusciranno certamente! E comunque… GRAZIE!!!

  2. Quale miglior levata dal tepore del giaciglio?
    Non emacia cotanto gaudio nè il desio di seguitare l'abbraccio di Morfeo nè tampoco l'estenuazione delle ore antelucane.

  3. Ciao, non avendo pasta madre, utilizzerò il lievito di birra. Devo fare un lievitino? se si, come lo devo fare? quanta farina, quanta acqua? mi dai indicazioni precise……è la prima volta

    1. Ciao Laura! Puoi tranquillamente fare questo impasto utilizzando il lievito di birra al posto del lievito madre. Procedi esattamente come previsto nella ricetta – senza LIEVITINO – ovvero sciogliendo 3 gr di lievito di birra fresco nei liquidi tiepidi (acqua e latte) unitamente al miele. Comunque è tutto riportato su 😉

      Se hai bisogno di altre info sono qui!

    2. mi sta sorgendo un dubbio….i cornetti che non vengono congelati, devono stare una notte a riposare prima di infornarli , ad esempio dentro il forno spento? ho capito bene?

    3. Si Laura, esattamente. Al mattino li troverai perfettamente lievitati: il tempo che metterai a riscaldare il forno dovrai rimuovere delicatissimamente la pellicola, spennellarli di latte, uovo e zucchero e infornarli nel forno già a temperatura. Tempo in quarto d'ora ed avrai una ricca colazione 🙂 fammi sapere!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *