Biscotti al vino rosso – gusto e convivialità

Ottobre: vino e cantina dalla sera alla mattina! Così dice un detto antico e popolare, proprio a sottolineare che il decimo mese dell’anno è quello dedicato al vino, alla sua produzione ed alla sua celebrazione. In pieno tema, la ricetta di oggi è quella dei biscotti al vino rosso, una preparazione che appartiene prevalentemente alla tradizione ciociara e del Lazio, ma anche di molte altre regioni con alcune varianti – vino bianco, liquori aggiuntivi, ecc…
Ho mangiato queste ciambelline per la prima volta diversi anni fa in una fraschetta di Ariccia: furono la conclusione ideale di un pasto condiviso con gli amici; il modo più adatto per intrattenersi ancora e restare a chiacchierare per diverse ore; il dolce perfetto per pance troppo piene. Da tempo mi ero ripromessa di rifarle. E dopo aver indagato, ecco la ricetta più quotata tra le diverse conoscenze che ho consultato. Mi sono piaciute da morire!

 

Biscotti al vino rosso

Analogamente ai cantuccini, tarallini e simili, questi biscotti nascono per essere inzuppati nel vino, tradizionalmente in una Romanella fresca e frizzantina. Appartengono a quella classe di dolcetti che non stancano mai, che anche quando si è pieni trovano sempre un posticino nello stomaco e che si continuano a sgranocchiare anche dopo aver detto “questo è l’ultimo“.

INGREDIENTI per una 30ina di biscotti:

NOTA: sul mio quantitativo di farina, ho misurato gli altri ingredienti con un comune bicchiere di plastica. Cambiando bicchiere potrebbero variare i grammi della farina: l’importante è ottenere un impasto umido ed elastico.

– 1 bicchiere di olio evo (se dal gusto troppo forte, sostituirlo con olio di semi di mais)
– 2 bicchieri scarsi di vino rosso (1 intero + 3/4 del secondo)
– 1 bicchiere di zucchero semolato + quello per spolverizzare
– 1 cucchiaino di lievito per dolci
– 1 pizzico di sale
– 550 gr di farina 00

 

PROCEDIMENTO:

– mischiare in una ciotola l’olio, il vino e lo zucchero
– aggiungere gradualmente la farina mescolata al lievito
– unire anche il sale
– impastare fino ad ottenere un composto abbastanza compatto ed omogeneo

NOTA: l’impasto potrebbe risultare appiccicoso, ma non demordete!

– avvolgerlo con della pellicola e lasciarlo riposare una mezzora
– riprendere il composto
– prelevarne piccole porzioni e ricavarne dei bastoncini con diametro circa 1,5 cm
– chiudere ogni bastoncino su se stesso incrociandone leggermente le estremità esercitando una piccola pressione
– passare ogni ciambellina in un piatto pieno di zucchero semolato facendo in modo che ne risulti completamente ricoperta

– disporre i biscotti ben distanziati tra loro su una teglia rivestita di carta forno
– infornare in forno statico preriscaldato a 180° per i primi 20 minuti
– abbassare la temperatura a 150° e proseguire la cottura per altri 10/15 minuti tenendo lo sportello del forno leggermente aperto con una spatola di legno (monitorando frequentemente!)
– spegnere e lasciare qualche minuto le ciambelline in forno spento, fin quando non risulteranno ben asciutte e croccanti
– servire le ciambelline fredde

8 thoughts on “Biscotti al vino rosso – gusto e convivialità

  1. Ciao Raffaella 🙂 Che delizia, devono essere di un buono pazzesco! Adoro il mese di ottobre anche se qui, a dire il vero, sembra luglio O_O Salvo la ricetta, complimenti e un abbraccio stretto! 🙂 <3

  2. Ciao Raffaella! Davvero buona questa ricetta, ho per l'appunto del vino rosso aperto che non bevo…così evito che mi diventi aceto e lo uso per qualcosa di buono! 🙂
    Ciao e piacere di aver conosciuto il tuo blog! 😉
    Alice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *