Etica

ATTENZIONE: prima di leggere, sappiate che ogni piatto raccontato, fotografato e preparato per questo blog è stato goduriosamente consumato, assaporato e condiviso. Nulla di ciò che troverete qui è stato cucinato soltanto per ricavarne uno scatto fotografico. Il leit motiv di Profumo di Cannella è mangiare bene, cose sane e buone. Nessun ingrediente è stato sprecato/maltrattato soltanto con il fine di essere pubblicato. Navigando in questo sito troverete una cucina autentica ed i piatti che hanno reso lieti numerosi pranzi e cene della mia famiglia.

Cloud 1
In ogni food blog c’è un pizzico di narcisismo.
Profumo di cannella non fa certo eccezione.

Ogni persona che decide di aprire un blog di cucina lo fa per condividere, ma anche per celebrare le proprie capacità. Questo non vuol dire, però, che il blog debba ridursi ad una vetrina che mostra soltanto cosa si è in grado di fare. Per quello ci sono una miriade di canali differenti: condivisione di immagini, messaggi istantanei e social network.

Esistono già infiniti siti professionali/ricettari/canali tematici che parlano di cucina. Chi legge i food blog cerca “qualcosa in più“; è desideroso di trovare online il consiglio giusto per superare una piccola difficoltà tecnica riscontrata durante l’esecuzione di un piatto o di un dolce; ha voglia di appassionarsi e di partecipare ai momenti di felicità o ai piccoli problemi quotidiani di chi scrive per sentirsi meno solo; è alla ricerca di una “fetta di vita vera“, di una cucina “autentica“, e non soltanto di dosaggi e preparazioni.


Ad ogni food blogger è, quindi, richiesto di mettersi in gioco, di rischiare, di esporsi offrendo consigli, piccoli suggerimenti, ricette personali e di famiglia, aneddoti legati ad un piatto o ad un ingrediente in modo da trasmettere non soltanto una ricetta, ma anche una parte di vissuto che possa essere utile ed arricchire l’esperienza di chi legge. Tutto nella consapevolezza di poter incorrere in critiche e disapprovazioni.


Non so se questo blog effettivamente “dà di più” e se rispecchia fino in fondo quello in cui credo. La cosa che so per certo è che sicuramente ci prova.


Perciò voglio riepilogare di seguito i buoni propositi di Profumo di Cannella:

  • restare in allerta, con le orecchie sempre tese a raccogliere tutte le novità e le informazioni utili relative al settore food;
  • cercare di offrire il più possibile consigli, idee e spunti sempre al passo con i tempi;
  • studiare continuamente le tecniche di cottura e gli abbinamenti da chi fa della cucina un mestiere per proporre sempre soluzioni plausibili;
  • suggerire ricette che mettano sempre al centro la qualità e la genuinità;
  • mettere in campo i pensieri personali perchè questi possano essere un momento di condivisione o uno spunto per ulteriori riflessioni e confronti;
  • rispettare e citare sempre le fonti delle ricette “prese in prestito”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *